t

FESTA DI SAN BIAGIO

3 Febbraio è la festa di San Biagio patrono e protettore di Maratea ma anche di altre comunità in Basilicata in Italia e nel Mondo. Ma a Maratea dove il Vescovo e Martire Armeno riposa con le Sacre Reliquie quel torace che ha custodito il suo cuore di padre e che nei secoli passati come succede anche oggi stilla la Sacra Manna liquido miracoloso che i Marateoti custodiscono gelosamente. Quest’anno la novena in preparazione alla festa solenne non si è tenuta nella Basilica Pontificia a San Biagio dedicata perché si stanno completando i lavori di ristrutturazione e allora la Santa Messa e la novena a San Biagio si è svolta nella Chiesa dell’Annunziata nel centro storico della Città. A celebrare il sacro rito la comunità Sacerdotale di Maratea, mentre il triduo è stato affidato al Domenicano Padre Giovanni Matera che noi abbiamo incontrato.

E’ la Chiesa di Maratea riunita nel nome di San Biagio patrono e protettore della Città. E a festeggiare e pregare insieme alla comunità Sacerdotale, il Vescovo della Diocesi di Tursi-Lagonegro Mons. Vincenzo Orofino che non ha voluto mancare a questo appuntamento molto sentito da tutti i Marateoti. Non è mancato neppure il primo cittadino l’Avv. Daniele Stoppelli accompagnato dal Vice Sindaco Alessandro Collutiis e dall’Assessore al turismo Valentina Trotta. Mentre guardiamo le nostre immagini girate nella bella Chiesa dell’Annunziata, al Vescovo Orofino abbiamo chiesto cosa deve fare il popolo di Maratea per onorare ancora di più il suo Santo patrono San Biagio.