I nostri Amici Pietro Pancamo e Mario Sorice ed Emanuele Pampana ci fanno gli auguri per il quinto anno di vita con questi versi. Grazie infinite Pietro e Mario.

Tanti auguri a Maratea Web Radio, a te, Susy, ed a Francesco. Un abbraccio.   

Maratea Web Radio, che è ormai al suo quinto anno di splendida vita, si distingue sicuramente per l’ineccepibile qualità dei programmi. Ringrazio di vero cuore Francesco e Susy per avermi preso come collaboratore.

Maratea Web Radio è un’emittente che ha nella propria grande professionalità un esemplare ed indiscutibile punto di forza!

********

Maratea Web Radio number five

Oggi il sole risplende più forte e i suoi raggi viaggiando nell’etere si sono intrufolati e hanno raggiunto una piccola radio dal cuore grande, dove trovano le giuste considerazioni , cantautori e poeti in erba che credono nell’arte ma non riescono a trovare spazio nella GIUNGLA delle radio , dove non importa la bravura ma solo l’immagine, per creare un ‘industria musicale basata solo sul guadagno.
Per fare ciò sono disposti a tutto anche a illudere giovani che credono e vorrebbero vivere di musica.
Qui invece trovano l’artista che ha voluto fortemente dare voce a chi non ne avrebbe mai avuta.
Accompagnato dalla dolce Susi e da altri collaboratori , oggi festeggiano il number five di trasmissioni. Virtualmente sono sicuro che condivideranno con tutti i cantanti e gli ascoltatori una grandissima torta , sulla cui base spicca la frase: 5 volte e ancora di più grazie a tutti voi , perché senza di voi non saremmo potuti esistere.
Sono sicuro che questa sera i grazie saranno tanti di ritorno dall’intero mondo che intaseranno il web e
creeranno il nuovo slogan della radio: Maratea Web Radio 5 , la radio che trasmette l’anima dell’arte e la diffonde nel mondo. Buon compleanno dallo Scrivano, amico dell’artista e soprattutto ammiratore della radio.
Lunga vita e in bocca al lupo.                          

  Mario Sorice

 

********

Quella piccola poesiola vorrebbe omaggiare la radio, nella sua funzione divulgativa, attraverso l’Etere, visto come supporto alternativo alla carta stampa e come scrigno della memoria criptato negli elementi, dunque salvo da cataclismi ma al contempo intelliggibile ed infruibile ai comuni mortali. Come a dire che ciò che Dio ha creato e l’uomo e le intemperie distrutto tornerà a Dio. Grazie Maratea Web Radio, grazie direttore Franco Rizzo, grazie infinite Susy pagliaro.

Emanuele pampana

********

Liriche che gli Amici Poeti Pietro Pancamo Francesco Bergamasco e Mario Sorice hanno voluto inviarci per il nostro quarto anno di vita. Grazie.

********

Intrisa di una sincera spiritualità fin dagli inizi, quando modulò e inviò vagiti di giubilo sulle bit-frequenze della Rete, Maratea Web Radio –«l’emittente che va sempre in diretta dai vostri cuori, cari amici ascoltatori!», come qualunque DJ non mancherebbe di rappare con brio ed entusiasmo– dispiega oggi una voce adulta e sicura che ha imparato alla perfezione il linguaggio dell’anima, per intrattenere il pubblico un giorno dopo l’altro, ora declamando i versi dei nuovi talenti, ora intonando le melodie di ottimi musicisti. Ed in effetti senza questa voce –che da quattro anni si propaga in Internet, rivelandosi possente e suadente ad un tempo, proprio come la solidarietà più schietta e genuina– i poeti bellamente ignorati dalla cecità dell’editoria maggiore, nonché i cantautori ingiustamente esclusi dai grandi circuiti commerciali, sarebbero rimasti intrappolati nel mutismo coatto dell’anonimato e mai sarebbero riusciti a farsi conoscere o ad accaparrarsi un minimo di futuro e notorietà. Alla luce di una simile verità (tanto palese, quanto indiscutibile) è inevitabile sul serio tributare un plauso di profonda riconoscenza e immensa stima sia a Susy Pagliaro che a Francesco Rizzo, due professionisti instancabili e seri, quotidianamente impegnati in una lotta saggia e previdente, il cui obiettivo primario è conquistare all’arte, ma anche alla libertà d’espressione, un domani sfolgorante. E radioso in ogni senso!

Pietro Pancamo


Cara Maratea Web Radio, dalla tua nascita quattro anni son passati e quel marinaresco vagito d’altruismo sempre più forte nella sua eco s’è diffuso nell’etere di Colori di Voci – come onde – ora assopite ora sveglie hanno infranto il buio dell’anonimato e nuovi palpiti d’emozione col vento in poppa cantano musica e canzoni poesia e tradizioni ricordi e fede…D’una terra e mare col vento in poppa cantano l’inchino d’auguri…al cuore! Di Maratea Web Radio: Francesco! Susi! Ad maiora!

Francesco Bergamasco


L’anniversario

Il nostro anniversario non è sul calendario, iniziava così una canzone del nostro Mimmo Nazionale, invece l’evento che oggi festeggeremo tutti quanti insieme all’artista è la realizzazione di un sogno.

I sogni ci aiutano a vivere , ci mantengono giovani soprattutto nell’animo.

In questo caso la realizzazione di questo che oggi al suo quarto anno non è più un sogno ma una realtà : Maratea Web Radio, continua a far sognare tanti giovani artisti che non avrebbero potuto avere lustro senza questa realtà.

Oggi dopo quattro anni , novità importanti stanno per avere il varo e che oggi l’artista sempre attento a stare al passo con i tempi, spiegherà al pubblico radiofonico.

L’importante è che la voce di questa radio gridi sempre più forte e non si pieghi mai al volere degli altri, perché il diritto di cronaca deve sempre essere garantito.

Auguri a tutti quelli che hanno contribuito anche in minima parte alla realizzazione e alla riuscita di questo progetto e l’augurio particolare all’artista di avere tante soddisfazioni e un giorno lontanissimo l’orgoglio di lasciare ai posteri questo testamento: Un ragazzo che è nato con la musica nel sangue, che ha vissuto di musica e di arte , continua ad esprimere la sua voce libera per sempre tramite la libertà della sua web radio. Auguri…… Mario Sorice


L’ARTISTA

ARTISTI SI NASCE NON SI DIVENTA.

DAL CONCEPIMENTO NEL TUO DNA TRACCE DI NOTE

ATTRAVERSAVANO LA DOPPIA CATENA INTRECCIANDOSI CON LA VITA.

LA NASCITA, SECONDOGENITO, NUOVO ORGOGLIO FAMILIARE TI HA POSTO SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL GRADIMENTO. I PRIMI GIOCHI, IL RITMO E L’ORECCHIO MUSICALE GIÀ SPRIZZAVANO DAI TUOI PORI.

ERA COME SE OGNI PARTE DEL TUO CORPO FACESSE ARMONIA CON IL MONDO.

I PRIMI INSEGNAMENTI IN UNA RUDE BOTTEGA, DOVE UN BARBIERE VOLEVA EMULARE FIGARO.

FOSTI NOTATO ALL’ESAME DI SCUOLA MEDIA DA UN COMMISSARIO FORESTO CHE VOLLE INCONTRARE I TUOI GENITORI. L’ESAME UNA PACCHIA, SUONASTI UN PEZZO.

IL TROPPO BENE DEI TUOI TI PORTARONO IN UN CONSERVATORIO PROVINCIALE, POI ANCORA PAURA E ARRIVASTI IN UNA SCUOLA LOCALE E POI A CASA, NELLA TUA PERLA CON CUI DA SEMPRE HAI UN RAPPORTO TORMENTATO. I PRIMI MATRIMONI, I PRIMI SUCCESSI, L’INCISIONE DEL TUO PRIMO DISCO IN QUEL DI MILANO.

QUANTI RIMPIANTI MA ANCORA SUCCESSI. LA TOURNEE CON IL TUO AMICO MANGO, TANTE COLLABORAZIONI, IL TUO PRIMO REGISTRATORE A QUATTRO PISTE.

NON TI ACCONTENTI, CONTINUI A CRESCERE MUSICALMENTE E ARTISTICAMENTE, VUOI DI PIÙ E ANCORA DI PIÙ.

ED ECCO AVVERARE UN TUO SOGNO IL TUO STUDIO DI REGISTRAZIONE.

APPARIZIONI TELEVISIVE, LE TUE MUSICHE VARCANO IL MARE ARRIVANO PERSINO A MALTA.

PREMI, SUCCESSO E ANCORA PREMI.

LA TUA ANIMA ANCORA IRREQUIETA CERCA DI PIÙ, ED ECCO LA TUA PRIMA WEB RADIO, IL TUO INCONTRO CON IL GIORNALISMO. UN CARO AMICO CHE NON C’È PIÙ TI GUIDA IN QUESTO NUOVO MONDO E OGGI TI AFFIDA IL SUO IMPERO.

NELLA TUA PERLA SEI SEMPRE FRANCOLINO, OLTRE SEI RICONOSCIUTO E APPREZZATO PER LE QUALITÀ UMANE E PROFESSIONALI.

NON IMPORTA ANCORA OGGI DOPO AVER DATO MEZZO SECOLO DI VITA ALLA TUA AMATA CITTÀ, NON TI FERMI SPERI DI POTER REALIZZARE IL TUO SOGNO PIÙ IMPORTANTE: UN PICCOLO TEATRO, PER DARE OPPORTUNITÀ A TANTI GIOVANI ARTISTI, CHE PUR PRESENTI NEL TERRITORIO, HANNO OGGI SFOGO SOLO NELLA TUA RADIO.

CONTINUA A SOGNARE E SE IL FUTURO TI METTERÀ ANCORA DA PARTE, TU NON TI FERMARE, LOTTA E LOTTA ANCORA.

NON ABBANDONARE I SOGNI, NON LASCIARE LA TUA TERRA LOTTA, ODIALA MA NELLO STESSO TEMPO AMALA, PERCHÉ RICORDA CHE SE ANCHE UN VECCHIO DETTO CITA: ” SI SA DOVE SI NASCE MA NON SI SA DOVE SI MUORE”, TU NON PER CASO SEI NATO QUÌ, QUINDI ACCETTA QUESTO VOLERE E CONTINUA A LOTTARE.

INSIEME AL SUPREMO LASCERAI UNA IMPRONTA INDELEBILE CHE DURERÀ IN ETERNO.

MARATEA LÌ 16 APRILE 2014 MARIO SORICE


PER FRANCO

Grazie a te, oh caro Francolino, amico col codino,

oppur, Francesco dico, se forse ti è più gradito.

Di musica sei maestro, di radio sei un esperto

e, con la fantasia, hai creato sta magia:

“un’isola dei “non famosi” che poi saran famosi!

Noi almen, ce lo auguriamo, per questo qui lavoriamo…

Te con le canzoni, io con la poesia,

in fondo tutto è suono, un suono d’armonia.

Allora, amici miei, un applauso a Franco,

Francesco o Francolino, il nome è relativo.

Sei tu con la tua arte e noi ne facciam parte,

stando con te insieme con tutto il nostro bene

Susy Pagliaro


BUON ANNO

a tutti! oh mia cara dolce radio, oh, miei amici ascoltatori,

ecco arriva il nuovo anno… già si gustano i sapori!…

…I sapori della festa, sia in tavola, che nella vita!

E’ il tripudio delle luci rende tutto una magia!

La magia, però non dura, se l’impegno non ci mettiamo…

…se del prossimo che soffre, ahimè, ci dimentichiamo!

Auguriamoci un anno bello, soprattutto molto sereno

e impegniamoci a costruirlo, con le braccia ed il pensiero!

Decentriamo ogni egoismo, annulliamo la prepotenza,

aiutiamo questo mondo a rinascere senza violenza!

E a te, Radio, nostra amica, auguriamo tutti insieme,

che la “voce” tua si espanda, messaggera di ogni bene.

Susy Pagliaro


Marina di Maratea

Marina di Maratea ha ricevuto in dono dal suo amante mare una caletta malinconica e sublime.

Accende i sensi come un ricolmo scrignio di gioielli al cavo delle orbite e parla all’anima, tanto simile a quel luogo.

Il suo magico segreto si nasconde nelle proporzioni che accordano le forme ai suoi pertugi ed ai grottini che ci accolsero al cospetto del maestoso monolite primigenii.

Posto a separare in due anse la caletta, la prelude aperta e mondana, per nasconderne al di là di quel portale la sua intima natura. qui ricovera lo sguardo ed incontra l’anticamera che precede al sogno. Chi oltrepassa quel confine ode ancora il silenzio prenatale e lo stupore che accompagna il nostro sguardo, su ogni nuova e prodigiosa cosa.

L’anima ricorda di aver oziato già in un’altra vita, al calasole, accompagnata dal frangersi del mare e al coro delle fronde. La spiaggia è solitaria e tanto evocativa da rispecchiarsi in me, da rispecchiarmi in essa ed accettarmi come parte del creato.

Un ombra mi attraversa e m ricorda le occasioni che ho perduto e che rifiuterò. Scendono due amanti sulla spiaggia per scoprire quel segreto e le pupille mie allucinate si ricoverano ancora nelle orbite di questo ingrato cranio. Annoto alcune cose nell’agenda e torno a vivere.

Emanuele Pampana


POETI

Noi che visitiamo carmi di sole brindiamo con versi e parole.

Serviamo sorrisi e sentimenti in codice,

insonni di vita andiamo sposi ai nostri occhi

Pietro Pancamo


VIVO

Un mondo unito con la velocità eppure solo e invidualmente dimenticato. Ferrea la mia presenza giace in un mattino di sole e vento in Dicembre, interamente t’ho tenuta stretta dopo che la città si è dissolta per sette ore intono che bel fantasma amore abbiam lasciato in un angolo anonimo e sperduto dentro il grigio da ritrovare come un oracolo muti ed aleggiante sulla magnolia ricordo della compagna che c’era e in cui correvo e ridevo con la bici da bambino. Come sei bella vita! Anche quando ti disprezzo mai davvero fino in fondo. Vivo solo a volte ma poi ritorno, vivo nell’attimo e nel ricordo del suo ricordo tra duecent’anni. Vivo a volte non respirando a pieno ma solo perchè vivo benedetta pace dell’Io del cuore e di Dio. Vivo in tutto ciò e ovunque ma giaccio nel tuo cuore e mi sento VIVO.

Valeriano Forte


Gli striscioni che Rino Apicella ci ha regalati…Grazie amico mio.

STRISCIONE UN ANNO


La targa che Maratea Web Radio ha ricevuto il  01 Agosto 2013 nel corso delMeeting Nazionale della Radiofonia dal Giornalista Tonino Luppino.

 


Le targhe che Maratea Web Radio ha ricevuto dalla mani di Giancarlo Polisciano Papà di Mattia e presidente dell’Associazione  Onlus “Mattia Polisciano” giovane di Maratea prematuramente scomparso. Grazie 

 

TARGA MATTIA

TARGA - Mattia Polisciano 2014